top of page

Irma Blank

Italian, 1934


 

| ​Blue-Chip Representation | Top 100 Italy


Irma Blank nasce in Germania, ma ha vissuto in Italia sin dalla tenera età. Il lavoro dell'artista si sviluppa nel clima di sperimentazione linguistica tipico della seconda metà degli anni Sessanta. Fin da subito Irma Blank rivolge la propria attenzione, come lei stessa afferma, verso una scrittura purificata dal senso, mettendo in evidenza la struttura, l’ossatura, il segno come tale che non rimanda ad altro che a se stesso. Un segno autonomo che dà voce al silenzio. È proprio questa la soluzione tanto radicale quanto personale di Irma Blank.

La scrittura diventa immagine, manifestazione dell’essere, nell’assolutezza senza forma.

Un testo aperto. Un testo per tutti. L'artista fa slittare il testo dalla letteratura alle arti visive. Intanto anche nel mondo che ci circonda l’immagine tende a sostituire la parola. La televisione e la pubblicità ne sono esempio.

Carte, fogli, tele, libri sono le superfici su cui si gioca il rapporto tra segno e tempo. Inchiostro, china, penna biro, pastello, acquerello, acrilico sono gli strumenti attraverso cui i segni occupano queste superfici e le superfici registrano il tempo di un’esistenza attraverso il gesto. L’opera di Irma Blank si struttura per serie di lavori, come tappe e spostamenti, anche minimi, di un percorso di assoluta coerenza.





CONTATTI


Vive e lavora a Milano


Galleria di riferimento:


www.p420.it | Bologna





Post correlati

Mostra tutti

AES+F

Comentários


bottom of page